RICHIEDI INFORMAZIONI

Peeling in dermatologia: che cos’è?

Il peeling è sia un trattamento medico che dermatologico. E’ normalmente impiegato quando sia necessario correggere inestetismi della pelle quali rughe superficiali o macchie oppure come terapia per alcune patologie dermatologiche come l’acne, la rosacea o la dermatite seborroica.

Esistono peeling superficiali, ovvero più leggeri, oppure medi e profondi, ovvero più potenti. Ciascun trattamento di peeling utilizza sostante diverse ad una concentrazione variabile, a seconda del tipo di pelle o disturbo da trattare.

A cosa serve il peeling?

Il peeling, per mezzo di un processo di esfoliazione controllata, elimina le cellule superficiali della pelle stimolando nel contempo quelle più profonde e giovani alla produzione di nuova elastina e collagene, molecole in grado di trattenere acqua e quindi di mantenere idratato il derma.
Alla fine la pelle di presenterà più giovane e liscia.

Nei casi in cui il peeling venga utilizzato per la terapia di alcune patologie, come per esempio l’acne, questo trattamento favorisce anche l’assorbimento delle creme fornite dal dermatologo per la terapia domiciliare.

Chi può sottoporsi al peeling?

In linea generale non esistono controindicazioni nell’utilizzo del peeling.
Il peeling praticato dal medico dermatologo, però, non ha nulla a che vedere con i “peeling estetici” o “gommage” abitualmente praticati nei centri di estetica. Il peeling medico, infatti, utilizza procedure e sostanze che richiedono un’attenta valutazione medica preliminare.

Quali sostante possono essere utilizzate per il peeling?

Al Poliambulatorio di Dermatologia Integrata Lunardon utilizziamo diverse sostante, anche combinate tra loro, a seconda dell’obiettivo medico o estetico desiderato: acido glicolico, acido piruvico e acido salicilico.

Come si presenterà la mia pelle subito dopo il peeling?

Normalmente dopo un peeling profondo si creeranno delle piccole “crosticine” che andranno via naturalmente dopo qualche giorno. Più il peeling praticato sarò profondo, più si allungheranno i tempi di recupero post-trattamento.

Che cos’è il peeling chimico?

Il peeling chimico (o chemoesfoliazione) è una procedura medica che si esegue per migliorare alcune specifiche condizioni cutanee specifiche quali macchie, fotoinvecchiamento, cheratosi attiniche, acne attiva ed esiti superficiali, e seborrea.
Il peeling chimico dermatologico agisce attraverso la rimozione dello strato corneo e provocando una conseguente rigenerazione di nuova epidermide. Le nuove formulazioni di peeling chimico dermatologico garantiscono un migliore assorbimento, un minor trauma superficiale e una maggiore efficacia.
In particolare, nel nostro Centro di dermatologia di Padova vengono eseguiti i seguenti tipi di peeling:

  • Peeling all’acido mandelico: indicato per il trattamento della rosacea (in fase eritematosa), per il refresh e per l’esfoliazione della pelle sensibile;
  • Peeling all’acido salicilico: per le forme di acne comedonica e infiammatoria di grado lieve-moderato;
  • Hand peeling: una formulazione specifica per le macchie brune delle mani;
  • Neck peeling:  una formulazione specifica per l’acne del tronco;
  • Peeling all’acido retinoico: indicato per rughe sottili, acne lieve-moderata, seborrea accentuata, macchie superficiali e per rendere la pelle più luminosa. E’ indicato anche per la cute molto delicata.
Affidati ai nostri professionisti!

Prenota ora il tuo appuntamento in Poliambulatorio Lunardon

WhatsApp Scrivici su WhatsApp